Scienza, Poesia, Filosofia . . . cosa d’altro ?

titolo congresso e logo

grattacieli del centro cittàIl I° Novembre prossimo sarò Chairman in occasione del III° Congresso mondiale di Scienze Pediatriche, che si terrà nel cuore della Cina. In una antica città chiamata Taiyuan, ora cuore industriale del grande paese orientale, con più di 4 milioni di abitanti.

La sessione congressuale che presiederò ha come argomento la salute personale e sociale del bambino e dell’adolescente.

Questo naturalmente mi ha fatto riflettere. Perchè mi sono ricordato del montone Nepalese che doveva assolutamente insemenzare per vincere la propria sofferenza fisica.

L’animale uomo, purtroppo, prova anche una sofferenza mentale. Ma la sua altra facoltà è quella di dimenticare. E così sta dimenticando che ormai è sconfitto, battuto perchè la natura delle cose col suo passo cosmico lentissimo sta andando oltre lui.

Ci riproduciamo meno, non siamo ormai più in grado di procurarci il cibo, distruggiamo il nostro mondo ma soprattutto noi stessi. L’unica possibilità che abbiamo per rallentare questo ineluttabile declino nel percorso dell’evoluzione delle specie viventi è privilegiare i nostri piccoli.

In Cina parlerò di questo, perchè la Scienza deve introdurre a ciò che sta oltre le cose per avvicinare l’invisibile senso del mondo. Ma lì arriva solo la Filosofia, o la Fede.

In questa fotografia, rappresentante una Venezia semicelata dalla bruma mattutina, ho individuato a modo mio una sintesi di questo pensiero (per concessione dell’amico Pietro Mainardi)

venezia da lontano in una bruma

Lascia un commento