Il montone di Nepalgunj

Ho scritto questo testo pensando all’evoluzione della specie. L’immagine nasce da un’esperienza avuta in Nepal nei dintorni della città di Nepalgunj l’anno scorso, prima di salire in quota.

Il montone di Nepalgunj doveva insemenzare per vincere la propria sofferenza.

L’animale uomo, ormai perdente nel percorso dell’evoluzione, si arroga il diritto di violare la natura credendo di raggiungere sempre un fine e così arrivare a cambiare il ritmo delle cose.

Ultime illusioni di una specie in declino, che ha smarrito il contatto sensoriale col mondo e trasforma in festa anche ciò che è necessario.


Quattro sono i motivi per i quali Homo Sapiens Sapiens è perdente :

  1. non riesce più a procacciarsi il cibo da solo
  2. ha ridotto la propria capacità riproduttiva
  3. distrugge le risorse naturali che gli sono concesse
  4. è capace di auto-distruggersi

Lascia un commento